Spazio coworking per lavorare meglio

In questo articolo parleremo di spazio coworking. Perché sceglierlo? Quali sono i vantaggi?

Prima di tutto dovremo spiegare meglio che cosa si intende per coworking. Di che cosa si tratta?
Il coworking è una tipologia di lavoro innovativa che prevede che i lavoratori prendano in affitto non un intero ufficio, ma piuttosto una postazione all’interno di uno spazio condiviso.

Questa nuova formula vede la luce per la prima volta nel 2005 negli Stati Uniti, in particolare nella città di San Francisco, grazie all’intuizione di Brad Neuberg, programmatore. Alla ricerca di un migliore equilibrio tra il lavoro freelance e il senso di comunità e di maggior concentrazione che può offrire un ufficio, Neuberg diede vita al primo spazio di coworking, formula di immediato successo e ancora oggi in espansione in tutto il mondo.

Vuoi avere maggiori informazioni?

TELEFONACI ORA
SCRIVICI UNA EMAIL

Perchè lavorare in uno spazio coworking

“Co-working” significa principalmente “lavorare insieme”. Cosa vuol dire esattamente?

Il senso principale del coworking è la condivisione degli spazi.
Negli spazi coworking, lavoratori o gruppi di lavoratori, quasi sempre (anche se non necessariamente) appartenenti ad aziende diverse, si dedicano alle proprie attività stando fianco a fianco.
Lo spazio coworking consiste solitamente in diverse postazioni, che possono essere situate in ampie stanze adibite a ufficio collettivo oppure in uffici di minori dimensioni condivise con un numero minore di persone o riservate alle riunioni di piccoli gruppi.

Tuttavia, non si tratta semplicemente di occupare delle scrivanie in una stessa stanza.
Gli spazi di coworking mettono a disposizione anche una serie di servizi correlati: si tratta di servizi come le utenze, le pulizie, il servizio di segreteria e accoglienza degli ospiti e, molto importante, il servizio di connessione internet.

Ma chi, principalmente, usufruisce degli spazi coworking?

In origine e per la maggior parte, si tratta di quei lavoratori che per lavorare hanno bisogno solo o quasi di una scrivania, un computer e una connessione funzionante.
Molti di questi, prima dell’avvento del coworking, lavoravano da casa o addirittura da bar e luoghi pubblici dotati di connessione wifi.
Molti sono lavoratori freelance, spesso impiegati in settori relativi al digitale, oppure lavoratori in regime di smart-working, che lavorano da remoto e per obiettivi, oppure ancora professionisti che preferiscono non lavorare in casa ma non possono ancora permettersi un ufficio stabile: giovani avvocati, commercialisti e molti altri.
Oggi, un’altra categoria che sceglie frequentemente di lavorare in uno spazio coworking è quella delle start-up, imprese giovani e innovative che non sempre necessitano di un ufficio fisso per lavorare, ma hanno bisogno di incontrarsi periodicamente e di stare in un ambiente dinamico per dare forma alle nuove idee.

Al giorno d’oggi, inoltre, si stanno diffondendo anche postazioni di coworking più particolari, che non mettono a disposizione semplicemente i servizi classici da ufficio già indicati, ma anche attrezzature più complesse per lavori artigianali, come macchinari di vario genere e stampanti 3D.

I motivi per scegliere di lavorare in coworking possono essere molti e diversi.

Alcune persone non si trovano a proprio agio a lavorare da casa. Ciò può avvenire per motivazioni anche opposte tra loro: c’è chi necessita di una maggiore privacy e di un ambiente meno ricco di possibili distrazioni; c’è anche chi sente il bisogno di avere intorno altre persone con cui condividere una pausa caffè e fare due chiacchiere durante la giornata lavorativa.

Un’altra motivazione che spinge a scegliere uno spazio coworking è sicuramente la convenienza rispetto a un ufficio tradizionale. Vediamo nel dettaglio quali sono i vantaggi dello spazio coworking.

Richiedi il tuo preventivo personalizzato online?

TELEFONACI ORA
SCRIVICI UNA EMAIL

I vantaggi di uno spazio di coworking

Ora che abbiamo visto quali sono le possibili motivazioni che possono spingere a considerare questa opzione lavorativa e quali categorie sono generalmente le più interessate, vediamo quali sono nello specifico i vantaggi che ci si possono aspettare scegliendo uno spazio coworking.

· Costi inferiori rispetto a un normale ufficio, di cui però si godono tutti i servizi principali (portineria, utenze e simili). Affittare una postazione in uno spazio coworking è molto più economico rispetto all’acquisto e all’affitto di un ufficio classico, che molto spesso rappresenta un costo proibitivo per un professionista o una start-up che hanno iniziato da poco la propria carriera. La postazione può essere affittata solo quando serve, senza quindi che si renda necessario prevedere delle spese costanti, ogni mese, per l’ufficio. Inoltre, il costo delle utenze e dei servizi è condiviso tra tutti gli utenti, abbattendo quindi una voce che peserebbe molto sul profitto del professionista o dell’azienda.
· Per i lavoratori abituati al lavoro da casa, consente di usufruire comunque di uno spazio neutro e autorevole per incontrare clienti e partner commerciali, disponibile al bisogno. Alcune agenzie che forniscono spazi coworking potrebbero permettere di incontrare i clienti direttamente alla propria postazione, altre invece, nel rispetto di tutti i lavoratori, potrebbero invece mettere a disposizione delle salette private, da prenotare in anticipo, per consentire gli incontri con i clienti o i fornitori.
· Maggiore flessibilità. Molti lavoratori freelance o comunque figure professionali che devono spostarsi spesso, potrebbero aver bisogno di un ufficio solo per il periodo che trascorrono in un certo posto. Start-up e nuove aziende in formazione necessitano di un posto dove lavorare che sia adatto alle loro esigenze del momento, senza legarsi a una struttura che, in caso di crescita, potrebbe in breve tempo rivelarsi inadeguata e difficile da lasciare.
· Possibilità di fare networking. Negli spazi coworking si incontrano persone, competenze, aziende e progetti. Essere insieme nello stesso luogo consente di allacciare relazioni sociali e lavorative, di trarre beneficio dal sapere degli altri lavoratori e fornire aiuto a propria volta, di scambiare idee durante la pausa caffè. Questo vale sia per lavoratori singoli che per start-up e aziende, che possono mettersi in contatto tra loro e tessere nuove partnership.

Il coworking rappresenta quindi una terza via in equilibrio tra la libertà di un lavoro autonomo e freelance e la possibilità di vivere l’ufficio come ambiente sociale, in cui intrecciare relazioni personali e lavorative.
È perfetto per piccole start-up e imprese in crescita e in via di definizione.
Consente di contenere i costi e di beneficiare di una grande flessibilità per aziende o lavoratori che non possono o non desiderano stabilirsi in un ufficio singolo.